San Gennaro, storia e fede

La figura del Santo Patrono da sempre incarna e unisce Napoli e il suo popolo

Chi dice Napoli dice San Gennaro. Ne è prova il fatto che ad agosto il Museo del Tesoro del Santo ha registrato un record assoluto di presenze. San Gennaro, dunque, è una vera icona partenopea ed il suo culto è una imperitura testimonianza culturale ed artistica che si traduce nella collezione di gioielli di maggior valore al mondo. In particolare, l’iniziativa “Ferragosto con l’arte”, promossa dal marchese Pierluigi Sanfelice della Deputazione della Real Cappella e dal Museo del Tesoro di San Gennaro, ha sortito un successo straordinario di pubblico. Nulla di cui stupirsi, il Tesoro di San Gennaro ha un culto ormai radicato sin dalla prima metà del 1500, secolo in cui la popolazione di Napoli, martoriata dagli effetti della guerra tra Francia e Spagna, da una violenta eruzione del Vesuvio e da epidemie pestilenziali, prese a chiedere con profonda devozione l’intercessione del Patrono, Vescovo di Benevento decapitato a Pozzuoli durante le persecuzioni dell’imperatore Diocleziano nel 305 d.C., in quanto reo, secondo tradizione, di aver rabbonito con il gesto della benedizione le fiere dell’anfiteatro Flavio le quali si sarebbero poi inchinate al suo cospetto.

Il popolo napoletano, stremato e decimato, chiese nel XVI secolo protezione al martire, offrendo in cambio…continua a leggere su

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...